logo top bubbles horzontal nav
logo bottom
Home
Chi siamo
Pubblicazioni dell'IIB
Bioetica generale
Bioetica della salute
Bioetica ambientale
Bioetica animale
Bioetica sociale
Biogiuridica e biopolitica
Bioetica e MNC
Bioetica e scuole
Forum
Attivita Istituto Bioetica
Documenti
Link
nav bottom


 
dot

Bioetica ambientale

Copyright © Istituto Italiano di Bioetica
qualsiasi riproduzione non autorizzata è vietata

horizontal rule

Documenti

Contributi

Discussioni : la questione rifiuti in Campania

Recensioni e segnalazioni

Bibliografia

horizontal rule

 

Documenti dell'Istituto Italiano di Bioetica - Campania

1

La dichiarazione di Isernia sulla dieta e sugli effetti sulla salute della popolazione e del Pianeta

Il documento sull'alimentazione che ha concluso il 2° Meeting Internazionale di Bioetica della biosfera AmbientaMente 2, svoltosi il 28 – 29 giugno 2013 ad Isernia, promosso dall'Istituto Italiano di Bioetica-Campania, con il patrocinio di: CIRB, FNOMCeo, UEMS, European Centre for Bioethics and Quality of Life - UNESCO Chair in Bioethics è stato poi approvato e adottato dalla UEMS (European Union of Medical Specialists)


Il comunicato della UEMS:

Isernia Declaration on Diet

At the Isernia Conference (29.06.2013), the Declaration on Diet was adopted by the participants. The UEMS Council adopted this declaration aiming to raise awareness on the need for consuming proper food to improve European Citizens health. It was based on the assumption that a more healthy lifestyle, and especially greater health consciousness regarding food, will pave the way to better health and can contribute to reducing the prevalence of chronic diseases.
UEMS National Medical Associations
UEMS Specialist Sections and European Boards

 

2

“Manifesto” per la ricerca bioetica

risultato del Convegno

AmbientaMente 1 (Isernia, 2012)

A seguito del Convegno di Isernia 2012 l’Esecutivo della UEMS (European Union of Medical Specialists) ha redatto, insieme al vicepresidente della FNOMCeO Benato, lo

UEMS Statement on Environment and Health

Il documento è stato approvato all’unanimità dalle 21 delegazioni nazionali europee presenti al meeting di Larnaca il 19 ottobre 2012.

Dichiarazione di Larnaca (ottobre 2012)

Nel documento approvato la UEMS ritiene che la promozione della responsabilità ambientale tra gli operatori sanitari, pazienti e società intera sia uno degli obblighi etici fondamentali dei medici specialisti e di tutti i medici. Il documento conclude invitando i medici specialisti e tutti i medici ad essere attivamente coinvolti nella prevenzione dei problemi ambientali e richiama l'attenzione della società e dei politici alle misure di prevenzione.

 

horizontal rule

 

Contributi

 

punto elenco Paolo Maddalena, L’Enciclica “Laudato sì” di Papa Francesco. Riflessi giuridici

 

punto elenco Donato Matassino - Etica e biodiversità: stato dell'arte e prospettive

 

punto elenco Maria Antonietta La Torre – L’affrancamento morale dalla natura e l’etica ambientale

 

punto elenco Donato Matassino, Mariaconsiglia Occidente - Alcune riflessioni sugli OT (OGM)

 

punto elenco Giorgio Berchicci, The Specific Role of European Specialists on Prevention and Cure of Environmentally-Related Diseases

 

punto elenco Donato Matassino, Mariaconsiglia Occidente, Michele Serluca, Giovanna Varricchio, H2O-acqua e acque profili sociali, economici ed etici di un bene ambientale

 

punto elenco

Maria Nicoletti, Maria Antonietta Pedana, Patologie da inquinamento elettromagnetico

 

punto elenco

Mariella Nicoletti, Progetto di studio sugli effetti biologici dell’esposizioni a campi elettromagnetici

 

punto elenco

Maria Antonietta La Torre, Ogm e ambiente

 

punto elenco

Donato Matassino, Ambiente e Biodiversità

 

punto elenco

Angela Mazziotta, Donato Matassino, Giuridicità della Biodiversità Antica Autoctona

 

punto elenco

Donato Matassino, Angela Mazziotta, Biodiversità in chiave etica

 

punto elenco

Donato Matassino, Aldo Di Luccia, Caterina Incoronato, Mariaconsiglia Occidente, Biodiversità prospettica. Alcune riflessioni epistemologiche ed ermeneutiche

 

punto elenco

Donato Matassino, L'etica dell'ambiente prodromo della cura della persona

 

punto elenco

Giancarlo Fonseca, Nadia Ronagnuolo, Valutazione merceologica, aspetti economici

 

punto elenco

Donato Matassino, Nutraceutica: base della produzione di alimenti

 

punto elenco

Maria Antonietta La Torre, Ambiente. L'impronta che lasciamo

 

punto elenco

Donato Matassino, Bioterritori intelligenti

 

punto elenco

Donato Matassino, Dal rispetto della biodiversità alla medicina di genere

 

punto elenco

Donato Matassino, La dieta mediterranea

 

horizontal rule

 

Discussioni

 

La questione ambientale in Campania

 

punto elenco

Emergenza rifiuti: quadro normativo ed emergenza in Campania

 

punto elenco

Pasquale Giustiniani, Di fronte alla “questione rifiuti”. Verso una “nuova” riflessione ecclesiale tra etica e pastorale

 

punto elenco

Conferenza Episcopale Campana, Messaggio dei Vescovi della Campania ai propri fedeli e agli uomini di buona volontà in difesa dell’ambiente

 

punto elenco Michelangiolo Bolognini, Camorra di stato e stato di emergenza: il caso dei rifiuti in Campania

 

punto elenco

Giuseppe Miserotti, La “querelle” tra il Ministro Bersani e la FRER Ordini: inceneritori, tutela della salute e Ordini dei medici

 

punto elenco

Lorenzo De Caprio, Prendere una decisione in materia ambientale nelle “società del rischio”

 

 

La questione idrica

 
punto elenco Intervista a Padre Alex Zanotelli: La privatizzazione delle risorse idriche, a cura di Antonella Muzzi

 

horizontal rule

 

Recensioni e segnalazioni

 

L. Battaglia,  Alle origini dell’etica ambientale. Uomo, natura, animali in Voltaire, Michelet, Thoreau, Gandhi¸Dedalo, Bari 2002 pp.216.

L’etica ambientale è per certi aspetti una “cenerentola” della filosofia morale, almeno in ambito europeo, poiché è guardata con sufficienza da molti ed ha solo con fatica conquistato un posto all’interno della bioetica, intesa come la riflessione sulle questioni morali suscitate dagli sviluppi delle scienze e delle tecnologie. Ma chi, se non la natura, è più direttamente coinvolto e colpito dalle conseguenze degli avanzamenti tecnologici? E siamo proprio certi che in gioco sia soltanto la nostra sopravvivenza materiale e non un quadro valoriale più complesso? La crisi ambientale, che è ormai sotto gli occhi di tutti, rappresenta in effetti secondo l’A. “la sfida più grave che oggi la società occidentale si trovi ad affrontare.” (p.14) In questo volume ne viene non solo ricostruita efficacemente la genesi, ma se ne chiariscono le implicazioni etico-filosofiche profonde, in primis l’istanza di allargamento dell’orizzonte morale, la carica “eversiva”, per così dire, rispetto ai valori etico-politici e giuridici consolidati e, aspetto a nostro avviso particolarmente interessante, il possibile ruolo “compensativo” rispetto a un vuoto dei sistemi morali che solo di recente è venuto in luce, in maniera dirompente. Infatti, le etiche tradizionali non prevedevano alcun sistema specifico di valutazione delle condotte verso il mondo non umano (vivente e non-vivente) e si trovano così in un certo senso sprovviste degli strumenti adeguati ad affrontare le implicazioni e le conseguenze di queste istanze, che non sono soltanto emergenziali, ma derivano in maniera logicamente conseguente proprio dall’estensione del potere invasivo delle società umane.
Merito del volume, in una fase dello sviluppo dell’etica ambientale nella quale alla carica rivoluzionaria iniziale ha fatto seguito un moltiplicarsi di proposte spesso in polemica tra loro, con il risultato di rischiare un ripiegamento sul conflitto ideologico piuttosto che una maturazione verso una riflessione che la renda una vera etica pratica, come per natura dovrebbe essere, è di offrire una visione ragionevole e condivisibile della sua collocazione e delle sue coordinate teoriche, tale da far intravedere finalmente la direzione nella quale le diverse istanze potrebbero trovare una composizione. Il contributo di maggior interesse è costituito dalla difesa di una ”ecologia umanistica”, in netta polemica con quanti invece nelle istanze ambientaliste hanno voluto vedere un anti-umanesimo che sposta il baricentro degli interessi dall’uomo alla natura, sminuendo, appunto, il ruolo e forse il valore proprio dell’umanità. L’A., al contrario, destituisce di ogni validità la contrapposizione tra umanesimo ed ecologismo, ritenendo che la convinzione diffusa che l’umanesimo sia all’origine del dominio tecnologico e distruttivo sulla natura sia fuorviante, fondata com’è su una identificazione semplicistica dell’umanesimo con l’antropocentrismo bruto e, per contro, dell’ecologismo con il biocentrismo fondamentalista.
Intento di questo lavoro sembra, dunque, quello di sgombrare il campo da molti fraintendimenti e pregiudizi circa le nuove istanze della riflessione morale “estesa”. Le forti resistenze ad ampliare l’orizzonte morale, alimentate da una concezione della morale come attitudine specificamente umana, mascherano un timore ingiustificato che si voglia sottrarre all’uomo parte del suo valore, tuttavia, osserva l’A., si può affermare “che l’uomo è il solo soggetto capace di valutazioni morali, senza con ciò stesso asserire che è anche l’unico soggetto degno di considerazione morale.”(p.22) Si può infatti attribuire valore morale anche a chi non è capace di provare una responsabilità morale, come i viventi non-umani, eppure rientra nella sfera della nostra responsabilità morale.
Il sostegno a questa posizione viene trovato non nelle facili suggestioni dei più recenti e goffi tentativi di delineare teorie sul valore intrinseco della natura, ma in alcuni classici del pensiero, il cui contributo fornisce un esempio di “umanesimo naturalistico”, scevro dai limiti dei diversi tipi di biocentrismo e di anti-antropocentrismo di maniera, e dà in tal modo sostanza e solidità alla tesi sostenuta nel volume: l’etica del riconoscimento di Voltaire, che configura un pianeta nel quale tutti i viventi sono accomunati da un medesimo destino, l’idea della grande città universale di Michelet, nella quale è la sofferenza, così come la povertà, ad accomunare viventi umani e non-umani e si ritrovano le tracce della ricerca di una base etica per la tutela degli animali, il paradigma etico della simpatia di Thoreau, il quale muove alla ricerca delle corrispondenze e dell’armonia che avvicina uomo e natura a formare una comunità, e infine la cura fraterna per i viventi di Gandhi, con l’esito vegetariano e non violento, che discende naturalmente dal postulato della essenziale unità del vivente, offrono i modelli di un’assunzione di responsabilità da parte dell’uomo per tutto il mondo vivente, che in ciò trova non la propria riduzione a vivente tra gli altri, di pari valore degli altri, ma la valorizzazione delle proprie più alte capacità, in particolare dell’attitudine morale, dalla quale non può derivare né orgoglio antropocentrico né presunzione di superiorità, bensì proprio “una centralità gravida di responsabilità, generatrice di cura.”(p. 40)

(Maria Antonietta La Torre)

horizontal rule

 

M.A. La Torre, Le ragioni morali dell'ambientalismo, ESI 1998

Capitolo 1 - Bioetica e questione ambientale: verso una visione complessiva
Capitolo 2 - L'etica ambientale
Capitolo 3 - Quale etica per l'ambiente?
Bibliografia

L’etica ambientale è un settore della bioetica che prende atto degli squilibri generati dall’azione dell’umanità’ sull’ecosistema e pone in discussione gli ideali dell’espansione illimitata e del controllo sulla natura. Grazie ad essa si afferma un’idea ‘comunitaria’ della vita sul pianeta, poiché ciò che gli esseri umani sono dipende dal ruolo che ricoprono entro la “comunità biotica”. La necessità di un mutamento nel rapporto con la natura e nella gestione delle risorse e’ ormai riconosciuta, ma e’ utile riflettere sulle ragioni morali che sono alla base delle politiche ambientali, poiché da esse dipende la passibilità della trasformazione e dell’armonizzazione degli obiettivi.

horizontal rule

 

M.A. La Torre (a cura), Antropocentrismo e biocentrismo. Due paradigmi a confronto, Alberto Perdisa Editore 2004
 

Introduzione - Maria Antonietta La Torre
L’uomo tolemaico – Bruno Lauretano
Il mondo come tautologia e il pluriverso delle coscienze – Peter Zeller
Antropocentrismo e biocentrismo. Un punto di vista religioso – Pasquale Giustiniani
Antropocentrismo e ibridazione – Roberto Marchesini
Il neopragmatismo ambientalista – Maria Antonietta La Torre

La crescente sensibilità per l’equilibrio del sistema-terra e la preoccupazione per la sua salute si accompagnano a un ripensamento dei principi e degli orientamenti che guidano le comunità umane nelle loro scelte politiche, economiche, etiche. La fiducia nelle potenzialità e nei successi della scienza e della tecnica ha spesso impedito di valutare le conseguenze a lungo termine di un impiego imprevidente delle risorse sul destino dell’umanità, degli altri viventi e del mondo naturale nel suo insieme. Alla natura è stato spesso riconosciuto soltanto il valore quantificabile e monetizzabile connesso al suo uso. Ma è ancora possibile misurare il progresso unicamente in relazione ai bisogni dell’umanità attuale e del suo desiderio di accrescimento del benessere materiale? Questo volume affronta tale questione con l’intento di porre in luce le contraddizioni di una condotta che mette a repentaglio la salute dell’uomo, la sopravvivenza delle altre specie e il futuro del pianeta e discute perciò l’alternativa tra antropocentrismo e biocentrismo, ossia tra una concezione del mondo che suggerisce strategie di condotta giustificabili unicamente dal punto di vista dell’uomo e una prospettiva più ampia, che include anche altre angolazioni possibili. Il biocentrismo ritiene che l'umanità, in quanto è integralmente parte della natura, debba porre al centro del proprio interesse non se stessa ma la salute complessiva dell'ecosistema e la vita in quanto tale. Certamente non invita a riconoscere il medesimo valore all'uomo e agli altri viventi, ma il rispetto per il mondo naturale e per i suoi equilibri richiede una condotta responsabile, che attribuisca alla natura un valore non esclusivamente strumentale.

horizontal rule

 

M. Manfredi, Il valore ambiente Riconoscimento e responsabilità, Schena 2000 pp. 128.

L'etica ambientale rappresenta un settore avanzato della riflessione morale in quanto applicata agli sviluppi della ricerca scientifico-tecnologica e della struttura economica nella società industriale avanzata. La sensibilità etica nei confronti dell'ambiente è stata stimolata, per un verso, dall'esplosione della crisi ambientale, per un altro, dalla crescita delle conoscenze ecologiche, che hanno consentito di recuperare il senso di appartenenza dell'uomo al sistema delle relazioni naturali: solo a partire da questa inerenza naturale è possibile assumere un atteggiamento positivo verso ciò che ci circonda come verso un valore. L'ambiente - inteso come complesso di beni naturali e culturali - non è più l'oggetto-natura contrapposto al soggetto-uomo, ma il luogo della costituzione mondana dell'uomo e, nello stesso tempo, della significazione umana del mondo.
Nel tempo della razionalità tecnologica e del mercato globale, dunque, la questione ambientale va posta come un versante della questione del soggetto. Nella relazione reciprocamente costitutiva di uomo e ambiente, si apre lo spazio per procedure di "riconoscimento" di realtà alle quali - in forza di un conferimento di valore - viene attribuito lo status di soggetti morali. Ciò istituisce un'obbligazione e fonda una specifica responsabilità nei loro confronti. In una prospettiva che riafferma l'antropogenesi dei valori e la loro determinatezza storico-culturale, l'etica dell'ambiente si propone non come presa d'atto di presunti "diritti dell'ambiente", ma come operazione avvalorante delle relazioni umane con il mondo. Su tale presupposto, l'accresciuta potenza della tecnologia e del mercato, da un lato, e la più grande vulnerabilità dei beni naturali e culturali, dall'altro, conferisce all'uomo una responsabilità sempre più grave e fa dell'ambiente uno speciale oggetto di cura.

horizontal rule

 

M.A. La Torre, Il cibo e l'altro. Orizzonti etici della sostenibilità alimentare, Esi 2007

Introduzione
Capitolo 1 - Alimentazione e cultura: buono da mangiare o buono da vendere?
Capitolo 2 - La consapevolezza alimentare: il cibo sottratto agli altri
Capitolo 3 - Alimentazione e questione ambientale
Capitolo 4 - La responsabilità dello sviluppo: per un'etica dell'alimentazione
Capitolo 5 - Responsabilità e reciprocità: ritrovare l'alterità perduta

Le scelte alimentari non sono “innocenti”, ma hanno implicazioni di vasta portata delle quali non sempre siamo consapevoli. Dai nostri consumi dipendono la sopravvivenza dell’ambiente e delle diverse culture e anche le condizioni di vita di altri popoli, a spese dei quali possiamo concederci lussi e sprechi. Ma se tutti gli abitanti della Terra decidessero di consumare quanto un abitante del Primo mondo, il sistema-mondo esploderebbe. L’omologazione alimentare, determinata da interessi economici transnazionali, ha come conseguenza non solo la negazione della “democrazia alimentare”, ma forse del diritto stesso all’esistenza dell’alterità.

horizontal rule

 

M. Manfredi (a cura), Un bene comune. Argomenti di filosofia dell'ambiente, Rivista dell'Istituto Italiano di Bioetica, Anno I n. 1 Maggio 2007

Mario Manfredi - Introduzione
Luisella Battaglia - L'uomo e la terra nell'ecologia della libertà di Elisée Reclus
Federico Anghelé - L'ecologia arcadica di Maurice Barrès
Bryan Norton - Cosa stiamo cercando di salvare? E perché? verso una definizione politicamente rilevante di "biodiversità"
Maurizio Balistreri - I valori ambientali tra etica ed estetica
Sergio Bartolommei - Politiche ambientali, neutralità liberale e principio di precauzione
Rosario Sitari - Sviluppo sostenibile : il caso dell'industria transgenica
Nicola Russo - Utopia ed ecologia: telos e peras
Michele Andrisani - Uomo e natura: un rapporto difficile

horizontal rule

 

R. Bifulco, Diritto e generazioni future, Problemi giuridici della responsabilità intergenerazionale
FrancoAngeli 2008

Il volume si propone l’obiettivo di rinvenire un fondamento giuridico per un principio che, dal punto di vista etico-filosofico, appare ancora controverso, in quanto esposto ad obiezioni di varia natura e non tutte facilmente confutabili: quello della responsabilità intergenerazionale. In altri termini, il diritto potrebbe sopperire all’incertezza che sinora il pensiero etico-filosofico ha evidenziato rispetto al tentativo di dimostrare l’esistenza di una responsabilità verso le generazioni future, trovando nelle esigenze ormai diffuse la motivazione per codificare, in quanto questo è per l’appunto il compito del diritto: “raccogliere”, per così dire, e regolamentare le istanze comuni.
Risulta senza dubbio importante e significativo il progetto di dare consistenza giuridica a un principio che da ormai alcuni decenni viene meccanicamente ripetuto, senza la reale consapevolezza delle difficoltà interpretative e applicative. Si pensi ad esempio alla Conferenza di Stoccolma del ’72, considerata una delle tappe fondamentali del pensiero su sviluppo e ambiente globale, che ha determinato la presa di coscienza dei problemi ambientali a livello internazionale. Da quel momento il principio della preoccupazione per le generazioni future è divenuto patrimonio comune dei movimenti ambientalisti e viene ripetuto meccanicamente il tutti i documenti ufficiali e in molti atti governativi, apparentemente senza che se ne comprendano realmente le implicazioni. La medesima cosa si è verificata del resto per il Principio di precauzione, elaborato nella Dichiarazione di Rio, la quale a sua volta contiene anche un Principio (il n. 3) il quale recita che “Il diritto allo sviluppo deve essere realizzato in modo da soddisfare equamente le esigenze relative all'ambiente ed allo sviluppo delle generazioni presenti e future.
L’A. ripercorre dunque le obiezioni ormai classiche, soprattutto di matrice contrattualistica, ma non solo, emerse negli ultimi decenni in ambito filosofico, quali la difficoltà a prospettare obbligazioni nelle quali una delle parti non esiste e quindi non può rivendicare il proprio diritto, la nostra ignoranza circa i bisogni delle generazioni future, che quindi rischia di condurci a richiedere sacrifici inutili o non necessari, l’obiezione contrattualista dell’assenza di reciprocità. Si tratta a mio avviso di obiezioni di non poco conto, a condizione che però se ne accetti la cornice, ovvero si abbracci per l’appunto la posizione contrattualista, che non è detto debba essere l’unica, sebbene di fatto essa sia a fondamento della più diffusa concezione della società e delle relazioni politico-sociali.
A tali obiezioni l’A. fornisce alcune interessanti risposte. Innanzitutto egli sostiene che le generazioni future, se non hanno sensibilità e se non possono reciprocare la responsabilità, hanno tuttavia degli “interessi” sui quali è possibile fondare l’assunzione dei responsabilità; in secondo luogo ritiene che l’esistenza di una relazione tra soggetti non sia indispensabile all’esistenza di un rapporto giuridico; e ancora rileva che il diritto internazionale tutela già diritti “di gruppo”, i quali non necessitano del riferimento agli individui e quindi al singolo essere senziente con i suoi bisogni per essere sostenuti: dunque, anche l’umanità del futuro potrebbe essere considerata in tal modo; infine, ritiene che nel principio dello sviluppo sostenibile, che possiamo considerare ormai patrimonio della cultura mondiale, sia contenuta implicitamente anche la solidarietà intergenerazionale.
Insomma, sembra possibile far riferimento ai diritti umani e concepirli in maniera estesa: come gli uomini hanno diritto alla vita, all’incolumità, ecc., così hanno un diritto a un ambiente salubre e questo si estende al futuro, poiché ciò che non si può fare alle generazioni presenti, ossia privarle di un ambiente idoneo, non si può farlo ORA neppure alle generazioni future, indipendentemente dal valutare se le loro esigenze saranno o meno le stesse o se le condizioni cambieranno.
Il tema suggerisce insomma un riavvicinamento tra morale e diritto che l’A. sembra considerare parte essenziale dell’approccio ai “nuovi diritti”, e che tuttavia non va inteso come animato da tentazioni da Stato etico, bensì quale "ascolto" di istanze nuove, che il diritto si sente chiamato a regolamentare.
Sebbene l’A. riconosca che gli strumenti giuridici atti a garantire tale diritto non sono ancora disponibili, si sforza di proporne in maniera sufficientemente convincente sia attingendo alla normativa internazionale, sia proponendo una propria prospettiva e quindi da un lato intendendo la Costituzione non solo come patto intragenerazionale ma anche come patto intergenerazionale e dall'altro mettendo da parte le istanze/incertezze etiche per rispondere piuttosto in maniera che egli definisce “strumentale”, intendendo con ciò la rinuncia a proporre giustificazioni valoriali “forti”. Se il diritto è la “tecnica o strumento per rendere possibili i rapporti umani” (p. 59), non occorre che si risponda in maniera esaustiva ai dubbi filosofici, ma è possibile accogliere le istanze che storicamente si presentano. Questa potrebbe sembrare una soluzione di “basso profilo”, per così dire, mentre è proprio ciò che al diritto va richiesto: non abbracciare una prospettiva etica, ma disciplinare nel modo più neutrale ed equo possibile le relazioni interumane.
E' infine senz'altro vero che la giurisprudenza, al fine di poter affrontare nuove sfide di questo tipo, deve “ripensare le categorie giuridiche tradizionali” (p. 86), altrimenti dovremmo ancora concludere che la tutela delle generazioni future appaia giustificabile più plausibilmente da un punto di vista etico che da uno giuridico. Per altro tale idea è forse proprio avvalorata anche dall’enfasi posta dall'A. più sui doveri delle generazioni presenti che sui diritti di quelle future, proprio per la difficoltà ad argomentare questi ultimi (p. 113).

(Maria Antonietta La Torre)

horizontal rule

 

Bibliografia

(a cura M.A. La Torre)

AA.VV., Environmental pragmatism, Routledge 1995
AA.VV., Etica e metropoli. La possibilità ecologica, Milano, Guerini & Associati 1989.
ABRAM,D., The Ecology of Magic, "Orion Nature Quarterly" Summer 1991.
ACHTERBERG,W., Samenleving, Natuur en Duurzaamheid: Een Inleiding in de Milieufilosofie, Assen, Van Gorcum 1994.
ADAMS,J., Cost Benefit Analysis: The Problem, Not the Solution , "The Ecologist" 1 (1996).
"ALFABETA" 82 (1986) Il pianeta irritato.
ALMOND,B., Environmental Values, in Moral Concerns, New York, Humanities Press International 1987.
ALTNER,G., Naturevergessenheit: Grundlagen Einer Umfassenden Bioethik, Darmstadt, Wissenschaftliche Buchgesellschaft 1991.
AMBLER,R., Global Theology: the Meaning of Faith in the Present World Crisis, Philadelphia, Trinity 1990.
"American Journal of Theology and Philosophy" 1 (1997) Ecojustice and the Environment.
ANGERMEIER,P.L., Does Biodiversity Include Artificial Diversity?, "Conservation Biology" 8 (1994) pp.600-2.
APEL,K.-O, The ecological Crisis as a Problem for Discourse Ethics, in A.Øfsti (a cura), Ecology and Ethics, Melbu, Academy of Melbu Press 1991.
ARMSTRONG,S.J.-BOTZLER,R.G., Environmental Ethics: Convergence and DIvergence, New York, McGraw-Hill 1993.
ATTFIELD,R., The Ethics of Environmental Concern, Oxford, Blackwell 1983.
ID., Deep Ecology and Intrinsic Value, "Cogito" 4 (1990) pp. 61-6.
ID., Environmental Philosophy: Principles and Prospects, Aldershot, Avebury 1994.
ID., Value, Obligation, and Meta-Ethics, Amsterdam/Atlanta, Editions Rodopi 1995.
ATTFIELD,R.-BELSEY,A., (a cura) Philosophy and the Natural Environment, Cambridge, Cambridge University Press 1994.
ATTFIELD,R.-DELL,K., Values, Conflict and the Environment, Oxford, Ian Ramsey Center 1990.
AXELROD,L.J.-SVEDFELD,P., Technology, Capitalism and Christianity: Are They Really the Threee Horsemen of the Eco-Collapse?, "Journal of Environmental Psychology" 3 (1995) pp.183-95.
BAILEY,R., Eco-Scam: The False Prophets of Ecological Apocalypse, St. Martin 1993.
BARROW,J.D., Theories of Everything. The Quest for Ultimate Explanation, Oxford, Oxford University Press 1991; tr. it. Teorie del tutto. La ricerca della spiegazione ultima, Milano, Adelphi 1992.
BARRY,R.J., (a cura) Environmental Dilemmas: Ethics and Decisions, London, Chapman and Hall 1993.
ID., The Limits of the Shallow and the Deep: Green Politics, Philosophy and Praxis, "Environmental Politics" 3 (1994).
BARTOLOMMEI,S., Etica e ambiente. Il rapporto uomo-natura nella filosofia morale contemporanea di lingua inglese, Milano, Guerini e Associati 1990.
ID., Etica e natura, Roma-Bari, Laterza 1995.
BATTAGLIA,L., (a cura) Etica e ambiente, Torino, Satyagraha 1992.
ID., L'etica ecologica e il nuovo olismo, in CASTIGNONE,S., (a cura) Etica dell'ambiente, Napoli, Guida 1994.
ID., (a cura) Filosofia ed ecologia, Roma, Abelardo 1994.
ID., Ai confini della tolleranza. Voltaire e la comunità terrestre, in MANTI,F., La tolleranza e le sue ragioni, Cesena, Macro 1997 pp.77-96.
ID., Bioetica, un destino comune: uomini, terre, animali, "Mondoperaio" lug.-ag. 1997.
BEATLEY,T., Ethical Land Use: Principles of Policy and Use, John Hopkins University Press 1994.
BENNETT,J.-CHALOUPKA,W., (a cura) In the Nature of Things: Language, Politics and the Environment, Minneapolis, University of Minnesota Press 1993.
BERRY,W., What are People for?, San Francisco, North Point Press 1990.
BILIMORIA,P., Environmental Ethics, Geelong, Deakin University 1992.
BIRCH,C.-COBB,B., The Liberation of Life: from the Cell to the Community, Cambridge, Cambridge University Press 1981.
BIRNBACHER, D., Ökologie und Ethik, Stuttgart 1980.
BLACKSTONE,W.T., (a cura), Philosophy and Environmental Crisis, Athens, University of Georgia Press 1974.
BOAL,F.W.-LIVINGSTONE,D.N., (a cura) The Behavioural Environment: Essays in Relection, Application, and Re-evaluation, London-New York, Routledge 1989.
BOCCHI,G.-CERUTI,M., (a cura) La sfida della complessità, Milano, Feltrinelli 1985, 1987³.
BOOKCHIN,M., Remaking Society: Pathways to a Green Future, Boston, South End 1990.
BOOTH,D.E., Ethics and the Limits of Environmental Economics, "Ecological Economics" 9 (1994) pp.241-52.
BORMAN,F.H.-KELLERT,S.R., (a cura) Ecology, Economics, Ethics: the Broken Circle, New Haven, Yale University Press 1991.
BOTCHIN,D.B., Discordant Harmonies: A New Ecology for the 21st Century, Oxford 1990.
BOURDEAU,P.-FASELLA,P.M.-TELLER,A., (a cura) Environmental Ethics: Man's Relationship with Nature, Interaction with Science, Luxembourg, Commission of the European Communities 1990.
BOWMAN,D., Beyond the Modern Mind: the Spiritual and Ethical Challenge of the Environmental Crisis, New York, Pilgrim Press 1990.
BRADLEY,R.-DUGUID,S., Environmental Ethics, vol.II Burnaby, Simon Fraser University, Institute for the Humanities 1989.
BRATTON,S., Monks, Temples, and Trees: the Spirit of Biodiversity, in MEFFE,G.K.-CARROLL,C.R., (a cura) Principles of Conservation Biology, Sunderland, Sinauer Associates 1994.
BRENNAN,A., Moral Pluralism and the Environment, "Environmental Values" 1 (1992) pp.15-33.
id., (a cura) The Ethics of Environment, Aldershot, Dartmouth Publishing 1995.
BUDIANSKY,S., Nature's Keepers, The New Science of Nature Management, Free Press 1995.
BUNYARD,P.-GOLDSMITH,E., Gaia, the Thesis, the Mechanisms and the Implications, Camelford, Wadebridge Ecological Centre, Conrwall 1988, tr. it. L'ipotesi Gaia, Como, Red 1992.
CALDWELL,L.K., Between Two Worlds: Science, the Environmental Movement and Policy Choice, New York, Cambridge University Press 1989.
CALDWELL,L.K.-SHRADER-FRECHETTE,K., Policy for Land: Law and Ethics, Lanham, Rowman and Lttlefield, University Press of America 1992.
CALLICOT,J.B., La Nature est morte; Vive la Nature, "Hastings Center Report" 22 (1992) pp.16-23.
ID., Moral Monism in Environmental Ethics Defended, "Journal of Philosophical Research" 19 (1994) pp.51-60.
ID., How Environmental Ethical Theory May Be Put Into Practice, "Ethics and the Environment" 1 (1996).
CALLICOT,J.B.-DA ROCHA,F.J.R., Earth Summit Ethics: Towards a Reconstructive Postmoderne Philosophy of Environmental Education, Albany, State University of New York Press 1996.
CALLICOT,J.B.-MUMFORD,K., Ecological Sustainability as a Conservation Concept, "Conservation Biology" 11 (1997).
CALLICOT,J.B.,-NELSON,M.P., (a cura) The Great Wilderness Debate, University of Georgia Press 1996.
CAPRA,F.-SEINDL-RAST,D.-MATUS,T., Belonging to the Universe: Explorations on the Frontier of Science and Spirituality, San Francisco, Harper & Row 1992
CARLSTON,A., Nature Aesthetic Appreciation and Knowledge, "Journal of Aesthetics and Art Criticism" 53 (1995) pp.393-400.
CASTIGNONE,S., (a cura) Etica dell'ambiente, Napoli, Guida 1994.
CASTLE,E.N., A Pluralistic, Pragmatic and Evolutionary Approach to Natural Resource Management "Forest Ecology and Management" 56 (1993) pp.279-95.
CERUTI.M., Evoluzione senza fondamenti, Roma-Bari, Laterza 1995.
CERUTI,M.-LASZLO,E., Physis: abitare la terra, Milano, Feltrinelli 1988.
CHOUDRY,E.-SENSEMAN,C., The Relevance of Environmental Ethics for Policy Ethics: Why Anthropocentric and Ecocentric Considerations Matter, "Indiana Academy of Social Sciences Proceedings", Indianapolis 1994.
COBB,J.B., Sustainability: Economics, Ecology and Justice, Maryknoll, Orbis Books 1992.
COMMONER,B., The Closing Circle, Knopf 1971, tr.it. Il cerchio da chiudere, Milano, Garzanti 1972.
"Concilium", 3 (1989) Etica nelle scienze della natura.
COOPER,D.E.,-PALMER,J.A., The Environment in Question: Ethics and global Issues, London, Routledge 1992.
 COSTANZA,R., et al. The Value of the World's Ecosystem Services and Natural Capital, "Nature" 387 (1997) pp.253-60.
DALY,H.E.-COBB,J.B., For the Common Good: Redirecting the Economy Toward Community, the Environment and a Sustainable Future, Boston, Beacon Press 1989.
DALY,H.E.-TOWNSEND,K.N., (a cura) Valuing the Earth: Economics, Ecology, Ethics, Cambridge, MIT Press 1993.
DAVIDSON,M., Basic liberal Rights and the Environment, "Milieu" 5 (1995).
DE DEYN,P.P., (a cura) Ethics of Animal and Human Experimentation. Proceedings of the Symposium on Ethical Considerations Concerning Biomedical Experimental Methods and Thechniques, Libbey 1994.
DE NATALE,F., Tra 'saggezza' e 'illusioni': La filosofia alle soglie dell''era ecologica', "L'informazione bibliografica" 3 (1990).
De-SHALIT,A., Bargaining with the Not-yet-born: Gauthier's Contractarian Theory of Inter-Generational Justice and its Limitations", "International Journal of Moral and Social Studies" 5 (1990) pp. 221-34.
ID., Environmental Policies and Justice Between Generations, "European Journal of Political Research" 21 (1992) pp. 307-16.
ID., Community and the Rights of Future Generations: A Reply to Robert Eliot, "Journal of Applied Philosophy" 9 (1992) pp. 105-15.
ID., Why Posterity Matters, London, Routledge 1994.
DES JARDINS,J.R., Environmental Ethics: An Introduction to Environmental Philosphy, Belmont, Wadsworth Publishing 1993, 1997²(ampliata).
DEVALL,B.-SESSIONS,G., Deep Ecology: Living as if Nature Mattered, Salt Lake City, Peregrine Smith Books 1985, tr. it. Ecologia profonda: vivere come se la natura fosse importante, Torino, Gruppo Abele 1989.
DI CASTRI,F.-YOUNOS,T., (a cura) Biodiversity, Science and Development: Towards a New Partnership, New York, Oxford University Press 1996.
DIFFEY,T.J., Natural Beauty without Metaphysics, in KEMAL,S.-GASKELL,I., (a cura) Landscape, Natural Beauty and the Arts, Cambridge, Cambridge University Press 1993.
DI SILVESTRO,R.L., Reclaiming the Last Wild Places: A New Agenda for Biodiversity, New York, Wiley 1993.
DOBSON,A., Deep Ecology, "Cogito" 3/1 (1989) pp.41-6.
DORST,J., Avant que la nature meure, Neuchâtel, Delachaux et Niestlé 1965, tr.it. Prima che la natura muoia, Milano, Labor 1979.
DOWER,N., (a cura) Ethics and Environmental Responsibility, London, Gower 1989.
DRENGSON,A., The Practice of Technology: Exploring Technology, Ecophilosophy, and Spiritual Disciplines for Vital Links, Albany, State University of New York Press 1996.
DRENGSON,A.-YUICI I., (a cura) , The Deep Ecology Movement: An Introductory Anthology, Berkeley, North Atlantic Books 1995.
ECKERSLEY,R., Environmentalism and Political Theory: Toward an Ecocentric Approach, Albany, State University of New York Press 1992.
ECKERSLEY,R., Liberal Democracy and the Right of Nature: The Struggle for Inclusion, "Environmental Politics" 4 (1995).
EDGERTON,R., Sick Societies: Challenging the Myth of Primitive Harmony, New York, Free Press 1992.
ELIOT,R., Environmental Degradation, Vandalism and the Aesthetic Object Argument, "Australian Journal of Philosophy" 67 (1989) pp.191-204.
ID., (a cura) Environmantal Ethics, Oxford, Oxford University Press 1995.
EMMENEGGER,S.-TSCHENTSCHER,A., Taking Nature's Rights Seriously: The Long Way to Biocentrism in Environmental Law, "Georgetown International environmental Law Review" 6 (1994).
ENGEL,J.R.-ENGEL,J.G., Ethics of Environment and Development: Global Challenge and International Response, London, Bechaven Press, Pinter Publishers 1990.
FAIRWEATHER,P.G., Links Between Ecology and Ecophilosophy, Ethics and the Requirements of Environmental Management, "Australian Journal of Ecology" 18 (1993) pp.3-19.
FARNSWORTH,E.J., Oikos and Ethos: Setting our House in Order, "Trends in Ecology and Evolution" 10 (1995).
FERR,F.-HARTEL,P., (a cura) Ethics and Environmental Policy: Theory Meets Practice, Athens, University of Georgia Press, 1994.
FERRY,L., Le nouvel ordre écologique, Paris, Grasset 1992.
FISHER,A., Toward a More Radical Ecopsychology. Therapy for a Dysfunctional Society, "Alternatives" 22(1996).
FLADER,S.L.-CALLICOT,J.B., Aldo Leopold. The RIver of the Mother af God, and Other essays by Aldo Leopold, Madison, University of Wisconsin Press 1991.
FOX, W., Toward a Transpersonal Ecology: Developing new Foundations for Environmentalism, Boston, Shambahala 1990.
ID., A Critical Overview of Environmental Ethics, "World Futures" 46 (1996) pp.1-21.
FULLER,R.C., Ecology of Care: An Interdisciplinary Analysis of the Self and Moral Obligation, Philadelphia, Westminster/John Knox Press 1992.
GARE,A., Postmodernism and the Environmental Crisis, New York, Routledge 1995.
ID., Nihilism Inc.: Environmental Destruction and the Metaphysics of Sustainability, Sydney, Eco-Logical Press 1996.
GLYNN,S., Ethical Issues in Environmental Decision Making and the Limitation of Cost/Benefit Analysis (CBA), "Ethics and the Environment" 1 (1996).
GODFREY-SMITH,P., Complexity and the Function of Mind in Nature, New York, Cambridge University Press 1996.
GOLDSMITH,E.-BUNYARD,P.-HILDYARD,N.-McCULLY,P., Imperiled Planet: Restoring our Endangered Ecosystems, Cambridge, MIT Press 1990.
GOLLEY,F.B., A History of the Ecosystem Concept in Ecology: More than the Sum of the Parts, New Haven, Yale University Press 1993.
GORDON,A.,SUZUKI,D., It's a Matter of Survival, Cambridge, Harvard University Press 1991.
GOULD,S.J., The Golden Rule. A Proper Scale for Our Environmental Crisis, "Natural History" sett.1990.
GOULET,D., Ethics and Development, "National Geographic Research and Exploration" 2 (1992) pp.138-47.
GRANDE,J.K., Balance: Art and Nature, Montreal-New York, Black Rose Books 1994.
GREISCH,J., (a cura) De la nature: de la phisique classique au souci écologique, Paris, Beauchesne 1992.
GRUEN,L.-JAMIESON,D., (a cura) Reflecting on Nature: Readings in Environmental Philosophy, New York, Oxford University Press 1994.
GRUMBINE,R.E., Ghost Bears: Expliring the Biodiversity Crisis, Washingotn, Island Press 1992.
HAMILTON,L.S., (a cura) Ethics, Religion and Biodiversity, Cambridge, White Horse Press 1994.
HAMPICKE,U., Ethics and Economics of Conservation, "Biological Conservation" 67 (1994) pp.219-231.
HAMPSON,F.O.-REPPY,J., (a cura) Earthly Goods: Environmental Change and Social Justice, Ithaca-New York, Cornell University Press 1996.
HARGROVE,E.C., Foundations of Environmental Ethics, Prentice-Hall 1989, tr.it. Fondamenti di etica ambientale, Padova, Muzzio 1990, 1996².
id., (a cura) The Animal Rights/Environmental Ethics Debate: The Environmental Perspective, Albany, State University of New York Press 1992.
HART,R.E., (a cura) Ethics and the Environment, Lanham, University Press of America 1992.
HART,S.L, Beyond Grening: Strategies for a Sustainable World, "Harvard Business Review" 75 (1997) pp.66-76.
HAY,P.-ECKERSLEY,R., (a cura) Ecopolitical Theory, Hobart, Board Environmental Studies 1992.
HAYWARD,T., Ecological Thought: An Introduction, Oxford, Polity Press 1995.
HENDRICKS,B., Postmodern Possibility and the Convention on Biological Diversity, "New york University Environmental Law Journal" 1 (1996).
HETHERINGTON,J.-DANIEL,T.C.-BROWN,T.C., Anything Goes Means Everything Stays: The Perils of Uncritical Pluralism in Understanding environmental Values, "Society and Natural Resources" 6 (1994) pp. 535-46.
HETTINGER,N., Enhancing Natural Value?, "Human Ecology Review" 3, 1 (1996) pp. 8-11.
HOLDEN,C., Multidisciplinary Look at a Finite World, "Science" 6-7-1990.
HÖSLE,V., Filosofia della crisi ecologica, Torino, Einaudi 1992.
HOWARTH,R.B., Intergenerational Justice and the chain of obligation, "Environmental Values" 1 (1992) pp. 133-40.
HUBER,W., Rights of Nature or Dignity of Nature?, "The Annual of the Society of Christian Ethics" 1991 pp.43-60.
IHDE,D., Technology and the Lifeworld: from Garden to Earth, Bloomington, Indiana University Press 1990.
JAMIESON,D.-GRUEN,L., (a cura) Thinking of Nature: Readings in Environmental Philosophy, Oxford, Oxford University Press 1994.
 JOHNSON,L.E., A Morally Deep World: an Essay on Moral Significance and Environmental Ethics, New York, Cambridge University Press 1990.
 JONAS,H, Das Prinzip Verantwortung, Frankfurt, Insel, 1979, tr.it. Il principio responsabilità, Torino, Einaudi 1990.
KASSIOLA,J.J., The Death of Industrial Civilization: the Limits to Economic Growth and the Repoliticization of an Advanced Industrial Sociaty, Albany, University of New York Press 1990.
KATZ,E., (a cura) The Moral Sense of Nature, "Environmental History Review" 2 (1991).
id., Imperialism and Environmentalism, "Social Theory and Practice" 2 (1995) pp.271-85.
KELLEY,K.W., The Home Planet, Addison, Wesley 1988.
KELLERT,S.R.-WILSON, E.O., (a cura) The Biophilia Hypothesis, Washington, Island Press 1993.
KEMP,P., Un'etica per il mondo vivente, in AGAZZI,E., (a cura) Quale etica per la bioetica, Milano, Angeli 1990.
KOHÁK,E., Speaking to Trees, "Critical Review" 6 (1992) pp.371-88.
KREBS,A., (a cura) Naturethik. Grundtexte der gegenwärtigen tier- und ökoethischen Diskussion, Frankfurt, Suhrkamp 1997.
LA CECLA,F., Perdersi. L'uomo senza ambiente, Laterza, Roma- Bari 1988.
LaFRENIERE,G.F., Rousseau and the European Roots of Environmentalism, "Environmental History Review" 4 (1990) pp.41-72.
LA TORRE,M.A., Ecologia e morale. L'irruzione dell'istanza ecologica nell'etica dell'occidente, Assisi, Cittadella 1990.
ID., Le ragioni morali dell’ambientalismo, ESI, Napoli 1998.
LEE BOWIE,G.-HIGGENS,K.-MICHAELS,M.W., (a cura) Thirteen Questions in Ethics, Chicago, Harcourt Brace Jovanovich 1992.
LEIGH,R., The Ethics of Compensation: Takings, Utility and Justice, "Ecology Law Quarterly" 3 (1996).
LEISS,W., The Domination of Nature, New York, Braziller 1972, tr. it. Scienza e dominio. il "dominio sulla natura: storia di una ideologia, Milano, Longanesi 1976.
LEOPOLD,A., A Sand County Almanac and Sketches here and there, Oxford, Oxford University Press 1949.
LESTER,J.P., Environmental Politics and Policy: Theories and Evidence, Duhram, Duke University Press 1989.
LEWIS,M.W., Green Delusion: An Environmentalistic Critique of Radical Environmentalism, Durham, Duk University Press 1992.
LIGHT,A., Environmental Pragmatism and Valuation in Nature, in WRIGHT,S.D., (a cura) Human Ecology: Crossing Boundaries, Fort Collins, Society for Human Ecology 1993.
LIGHT,A.-KATZ,E., (a cura) Environmental Pragmatism, London and New York, Routledge 1996.
LIST,P.C., (a cura) Radical Environmentalism: Philosophy and Tactics, Belmont, Wadsworth Publishing 1993.
LITTLE,C.E., Has the Land Ethic Failed in America?, "University of Illinois Law Review" 2 (1986).
LOCKWOOD,M., End Value, Evaluation, and Natural Systems, "Environmental Ethics" 18 (1996) pp.265-78.
LOVELOCK,J.E., Gaia as seen through the atmosphere, in "Atmospheric Environment" 1972, pp. 579-80.
ID., Gaia: A New Look at Life on Earth, Oxford, Oxford University Press 1979, tr.it. Gaia. Nuove idee sull'ecologia, Torino, Bollati Boringhieri 1981.
ID., Are we destablising world climate? The lessons of geophysiology, in "The Ecologist" 15 (1985).
ID., Geophysiology: A New Look at Earth Sciences, in "Bulletin of the American Meteorological Society" 67 (1986) pp.392-7.
ID.,The Prehistory of Gaia, in "The New Scientist" 17-7-1986 p.51.
ID., Gaia: the world as living organism, in "The New Scientist" 18-12-1986 pp.25-8.
ID., Ages of Gaia: Biography of our Living Earth, New York, Norton 1988, tr.it. Le nuove età di Gaia, Torino, Bollati Boringhieri 1991.
LYNCH,T., Deep Ecology as an Aesthetic Movement, "Environmental Values" 5 (1996) pp.147-60.
MACAULEY,D., (a cura) Minding Nature: The Philosophers of Ecology, New York, Guildford Press 1996.
MAGGIOLI,L., Della recente quérelle ecologica, "Humanitas" XXXV (1980).
MANES,C., Green Rage: Environmentalism and the Unmaking of Civilization New York, Little Brown 1991.
MARCHESINI,R., Il concetto di soglia. Una critica all'antropocentrismo, Roma-Napoli, Theoria 1996.
MARCIALIS,M.T., La questione dell'anima delle bestie ovvero la razionalità senza soggetto, "Rivista di storia della filosofia" 1 (1993) p.83.
MARIETTA,D.E., For People and the Planet: Holism and Humanism in Environmental Ethics, Philadelphia, Temple University Press 1994.
MARX,L., Post-Modernism and the Environmental Crisis, "The Report from the Institute for Philosophy and Public Policy" 3/4 (1990).
MATTHEWS,F., The Ecological Self, London, Routledge 1990.
McKIBBEN,B., The End of Nature, Anchor 1990.
McLAUGHIN,A., Regarding Nature: Industrialism and Deep Ecology, Albany, State University of New York Press 1993.
McNEELEY,J.A.,et al., Conserving the World's Biological Diversity, Gland, IUNC 1990.
"Paradigmi" 36 (1994).
MEADOWS,D., The Global Citizen, Corvelo, Island Press 1991.
MEFFE,G.K.-CARROLL,C.R., (a cura) Principles of Conservation Biology, Sunderland, Sinauer Associates 1994, 1997².
MEINERS,R.E.-YANDLE,B., (a cura) Taking the Environment Seriously, Lanham, Rowman & Littlefield 1993.
MERCHANT,C., Radical Ecology: The Search for a Liveable World, London and New York, Routledge 1993.
ID., (a cura) Ecology: Key Concepts in Critical Theory, Atlantic Highlands, Humanities Press 1994.
MIDGLEY,M., Sustainability and Moral Pluralism, "Ethics and the Environment" 1 (1996).
MILLER,A.S., Gaia Connections: an Introduction to Ecology, Ecoethics and Economics, Savage, Rowman and Littlefield 1991.
MILLS,S., (a cura) In Praise of Nature, Covelo, Island Press 1990.
MITTELSTRASS,J., Umwelt und Gesundheit: Von der Schwierigkeit, sich mit Umwelt- und Gesundheitsstandards in einer Kulture-Natur zurechtzufinden, "Wiener Klinische Wochenschrift" 17 (1989) pp.563-71.
MORI,M., L'ambiente nel dibattito etico contemporaneo, in Costituzioni, razionalità, ambiente, Milano, Bollati Boringhieri 1994.
MORIN,E., L'Écologie généralisée, (parte I del vol. La Méthode tome II: La Vie de la Vie), Paris, Seuil 1980, tr.it. Il pensiero ecologico, Firenze, Hopeful Monster 1988.
NAESS,A., The shallow and the deep, long-range ecology movement, in "Inquiry" 16 (1973) pp.95-100.
ID., Ecology, Community, and Lifestyle: Outline of An Ecosophy, New York, Cambridge University Press 1989.
ID., Should We Try To Relieve Clear Cases of Extreme Suffering in Nature?, "Pan Ecology", 1 (1991).
NASAR,J.L., (a cura) Environmental Aesthetics: Theory, Research, and Application, Cambridge, Cambridge University Press 1988, 1992 2^.
NASH,J.A., Biotic Rights and Human Ecological Responsibilities, "The Annual, Society of Christian Ethics" 1993 pp.137-62.
NASH,R., Discovering Radical Environmentalism in Our own Cultural Backyard: From Natural Rights to the Right of Nature, in MEFFE,G.K.,-CARROLL,C.R., (a cura) Principles of Conservation Biology, Sunderland, Sinauer Associates 1994.
NELSON,R.H., Unoriginal Sin: The Judeo-Christian Roots of Ecotheology, "Policy Review" 53 (1990).
NICHOLSON,M., The Environmental Revolution, 1970, tr. it. La rivoluzione ambientale, Milano, Garzanti 1971.
NIDA RUMELIN,J., Etica ecologica, "Il Mulino" 319 (1988).
NORSTROM,K.F., The Concept of Intrinsic Value and Depositional Coastal Landforms, "Geographical Review" 80 (1990) pp.68-81.
NORTON,B.G., Why Preserve Natural Veriety?, Princeton, Princeton University Press 1987.
ODUM,E.P., Environmental Ethics and Aesthetics, in id., Ecology and Our Endangered Life Support Systems, Sunderland, Sinauer Associates 1993².
OELSCHLAEGER,M., The Idea of Wilderness from Prehistory to the Present, New Haven, Yale University Press 1991.
OELSCHLAGER,M., (a cura) Postmodern Environmental Ethics, Albany, State University of New York Press 1995.
OMUNDSON,B.K., Pluralism and Prospects for a Land Ethic, "Michigan Academician" 23 (1991) pp.191-200.
ORNSTEIN,R.-EHRLICH,P., New World,New Mind: Moving Toward Conscious Evolution, New York, Doubleday 1989.
ORUKA,H.O., (a cura) Philosophy, Humanity and Ecology, vol.1: Philosophy of Nature and Environmental Ethics, Nairobi, African Centre for Technology Studies 1994.
OTT,K., Ökologie und Ethik. Ein Versuch praktischer Philosophie, Tubinga, Attempto Verlag 1993.
PALMER,J.-COOPER,D., (a cura) Just Environments: Intergenerational, International and Inter-Species Issues, New York, Routledge 1995.
PASSMORE,J., Man's Responsibility for Nature, London, Duckworth 1974, 1980², tr.it. La nostra responsabilità per la natura, Milano, Feltrinelli 1986.
PAWLOWSKIEGO,L,-ZIEBY,S., (a cura) Humanizm Ecologiczny, Lublin, Politechnika Lubelska 1992.
PERLMAN,D.L.-ADELSON,G., Biodiversity: Exploring Values and Priorities in Conservation, Malden, Blackwell Science 1997.
POHMAN,L.P., (a cura) Environmental Ethics: Readings in Theory and Application, Boston, Jones and Bartlett 1994.
POINTING,C., A Green History of the World, New York, St.Martin's Press 1992.
POJMAN,L., (a cura) Enviromental Ethics: Readings in Theory and Application, Boston, Jones and Bartlett Publishers 1994.
POLI,C.-TIMMERMAN,P., (a cura) L'etica nelle politiche ambientali, Fondazione Lanza, Padova, Gregoriana 1991.
PONTARA,G., Etica e generazioni future, Bari, Laterza 1995.
ID., Utilitarismo e generazioni future, "Filosofia e questioni pubbliche" 1 (1997) pp.165-84.
POST,J.A., Managing As If the Earth Mattered, "Business Horizons" 4 (1991) pp.32-8.
POTTER,V.R., Bioethics: A Bridge to the Future, Prestige Hall 1971.
ID., Real Bioethics: Biocentric or Anthropocentric?, "Ethics and the Environment"2 (1996) pp. 177-84.
REDFORD,K.H., The Ecologically Noble Savage, "Orion Nature Quarterly" 3 (1990) pp.25-9.
REGAN,T., The Nature and Possibility of an Environmental Ethic, "Environmental Ethics" 3,1 (1981) pp.19-34.
REGENSTEIN,L.G., Replenish the Earth: A History of Organized Religion's Treatment of Animals and Nature, New York, Crossroad/Continuum 1990.
REGIER,H.A., The Notion of Natural and Cultural Integrity, in WOODLEY,S.-KAY,J.-FRANCIS,G., (a cura) Ecological Integrity and the Management of Ecosystems, Waterloo, Heritage Resources Centre 1993.
REICHENBACH,B.R., On Obligations to Future Generations, "Public Affairs Quarterly" 6 (1992) pp.207-25.
"Research in Philosophy and Technology" 12 (1992) Technology and Environment.
RIFKIN,J., Biosphere Politics: A New Consciousness for a New Century, New York, Crown Publishers 1991.
ROBINSON,J.G., The Limits to Caring: Sustainable Living and the Loss of Biodiversity, "Conservation Biology" 7 (1993) pp.20-8.
ROCKEFELLER,S.C., Global Ethics, International Law, and the Earth Charter, "Earth Ethics" 3/4 (1996) pp.1-6.
ROLSTON,H.,III, Environmental Ethics, Temple University Press 1988.
ID., Respect for Life: Christians, Creation and Environmental Ethics, "CTNS Bulletin" 2 (1991) pp.1-8.
ID., Conserving Natural Value, New York, Columbia University Press 1994.
ID., Does Nature Need to Be Redeemed?, "Zygon: Journal of Religion and Science" 29 (1994) pp. 205-29.
ROTHENBERG,D., Is it Painful to Think? Conversations with Arne Naess, University of Minnesota Press 1992.
ID., The Greenhouse from Down Deep: What Can Philosophy Do for Ecology?, "Pan Ecology " 2(1992) pp.1-3.
ID., Hand's End: Technology and the Limits of Nature, Berkeley, University of California Press 1993.
SAGOFF,M., Free-Market Versus Libertarian Environmentalism, "Critical Review" 2-3 (1993) pp.211-30.
ID., A Noneconomic View of the Value of Biodiversity, in MEFFE,G.-CARROLL,C.R., Principles of Conservation BIology, Sunderland, Sinaur Associates 1997².
SCARCE,R., Eco-Warriors: Understanding the Radical Environmental Movement, Chicago, Noble Press 1990.
SCHIBEL,K.L., La natura come regno della libertà e della necessità. Note sulla questione ecologica, "Paradigmi" 9 (1991).
SEAMON,D.-MUGERAUER,R., (a cura) Dwelling, Place and Environment: Towards a Phenomenology of Person and World, New York, Columbia University Press 1989.
SERRES,M., Le Contrat Nalturel, Paris, Edition Bourin 1992
SESSIONS,G., (a cura) Deep Ecology for the 21st Century, Boston, Shambahala Publications 1994.
SHANNON,D.E., A Criticism of a False Idealism and Onward to Hegel. Objoections to the Gaia Hypothesis, "The Owl of Minerva" 1 (1995) pp.19-36.
SHEARMAN,R., The Meaning and Ethics of Sustainability, "Environmental Management" 14 (1990) pp.1-8.
SHELDRAKE,R., The Rebirth of Nature: the Greening of Science and God, New York, Bantam 1991.
SHRADER-FRECHETTE,K., Risk and Rationality, Berkeley, University of California Press 1991.
SIKORA,R.M.-BARRY,B., (a cura) Obligations to Future Generations, White Horse Press 1996 (ristampa l'edizione del 1978).
SILVER,C.S.-DeFRIES,R.S., One Earth, One Future: Our Changing Global Environment, Washington, National Academy Press 1990.
SINGER,P., Practical Ethics, Cambridge, Cambridge University Press 1979, tr. it. Etica pratica, Napoli, Liguori 1989.
ID., (a cura) A Companion to Ethics, Colchester, Basil Blackwell 1991.
SITTER,B., The New Categorical Imperative: The Ethical Principle for Technological Age, in SHEA,W.R., (a cura) Revolutions in Science: Their Meaning and Relevance, Canton, Scienze History Publications, Watson Publishing International 1988 pp. 205-20.
ID., In Defence of Nonanthropocentrism in Environmental Ethics, in SHEA,W.R.-SITTER,B., (a cura) Scientists and their Responsibility, Canton, Watson Publishing International 1989.
SITTER-LIVER,B. (a cura) Culture within Nature, Culture dans la Nature, Basel, Swiss Academy of Humanities and Social Sciences 1995.
SMITH,V.K., Estimeting Economic Values for Nature: Methods for a Non-Market Valuation, Brookfield, Elgar Publishing 1996.
SOROMENHO MARQUES,V., Justica e Sentido da Terra, "Philosophica" 1 (1993) pp.31-44.
STERBA,J.P., (a cura) Earth Ethics: Environmental Ethics, Animal Rights, and Practical Applications, Englewood Cliffs, Prentice Hall 1995.
STONE,C., Earth and Other Ethics, London, Harper and Row 1988.
SYLVAN,R.-BENNET,D., Of Utopias, Tao and Deep Ecology, "Discussion Papers in Environmental Philosophy" n°19 Canberra, Australian National University 1991.
TALLACCHINI,M., Il contributo dell'ecologia alla bioetica, "Notizie di Politeia" 41-42 (1996).
TAMBURRINO,A., Evoluzione ambientale, Roma, Giuffré 1988.
TAKACS,D., The Idea of Biodiversity: Philosophies of Paradise, Baltimore, Johns Hopkins University Press 1996.
TAYLOR,B., (a cura) Ecological Resistance Movements : The Global Emergence of Radical and Popular Environmentalism, Albany, State University of New York Press 1995.
TAYLOR,C.C.W., Ethics and the Environment, Oxford, Corpus Christi College 1992.
TAYLOR,P.W., The Respect of Nature, Princeton, Princeton University Press 1986.
"Tennessee Law Review" 1 (1988) Developing an Environmental Ethos.
TOKAR,B., Biotechnology vs. Biodiversity, "Wild Earth" 1 (1996) pp. 50-5.
TORRANCE,J., (a cura) The Concept of Nature, New York, Oxford University Press 1993.
"The Monist" Aprile 2 (1992) The Intrinsic Value of Nature.
"The Trumpeter" 2 (1992) The Long Range, Deep Ecology Movement and Arne Naess.
TUAN,Y.-F., Passing Strange and Wonderful: Aesthetics, Nature, and Culture, Washington, Island Press/Shearwater Books 1993.
TUDGE,C., The Rise and Fall of Homo Sapiens Sapiens, "Philosophical Transactions of the Royal Society", London, B 325 (1989) pp.479-488.
TURNER,F., Rebirth of Value: Meditations on Beauty, Ecology, Religion and Education, Albany, Suny Press 1991.
"Undercurrents: A Journal of Critical Environmental Studies" 1991 vol. annuale monografico su The Representation and Domination of Nature.
Van DER VEER,D.-PIERCE,C., (a cura) The Environmental Ethics and Policy Book: Philosophy, Ecology, Economics, Belmont, Wadsworth Publishing 1994.
VOGEL,L., Does Environmental Ethics Need a Metaphysical Grunding?, "The Hastings Centre Report" 7 (1995).
WANDESFORDE-SMITH,G., Moral Outrage and the Progress of Environmental Policy: What Do We Tell the Next Generation about How to Cere for the Earth?, in N.J.VIG-M.E.KRAFT, ( a cura) Environmental Policy in the 1900s: Toward a New Agenda, Washington, CQ Press 1990.
WARWICK,F., A Critical Overview of Environmental Ethics, "World Future" 46 (1996) pp.1-21.
WEISKEL,T.C., Environmental Ethics and the Problem of Comunity, "Quinnipiac/Schweitzer Journal" 2 (1994-5) pp.44-53.
WENZ,P.S., Environmental Ethics, in The Encyclopedia of Philosophy Supplement, New York, Macmillan Reference, Simon and Schuster and Prentice Hall International 1996.
WESTING,A.H., Ethics and Spiritual Values and the Promotion of Environmentally Sustainable Development, "Environmental Conservation" 1 (1996).
WESTON,A., Non-Anthropocentrism in a Thoroughli Anthropocentrized World, "The Trumpeter", Summer 1991.
ID., A Practical Companion to Ethics, New York, Oxford University Press 1997.
WESTPHAL,D.-WESTPHAL,F., (a cura) Planet in Peril: Essays in Environmental ethics, Fort Worth, Harcourt Brace College Publishers 1994.
WESTRA,L., An Environmental Proposal for Ethics: The Principle of Integrity, Lanham, Rowman and Littlefield 1993.
WESTRA,L.,-WENZ,P., Faces of Environmental Racism: Confronting Issues of Global Justice, Lanham, Rowman Littlefield Publishers 1995.
WESTRA,L.-LEMONS,J., (a cura) Perspectives on Ecological Integrity, Boston-London-Dordrecht, Kluwer Academic Publishers 1995.
WHITE,Jr.,L., The Historical Roots of Our Ecological Crisis, "Science" 155 (1967) pp. 1203-7.
WILSON,E., Biofilia, Milano, Mondadori 1985.
WINCKLER,S., Stopgap Measures, "Atlantic Monthly" 1 (1992).
WITOSZEK, N., (a cura) Rethinking Deep Ecology, Oslo, Centre for Development and the Environment, University of Oslo 1996.
WORSTER,D., The Ecology of Order and Chaos, "Environmental History Review" 14 (1990) pp.1-18.
"Yale Journal of International Law" 1 (1993) Earth Rights and Responsibilities: Human Rights and Environmental Protection.
ZIMMERMAN,M.-CALLICOT,J.B.-SESSION,G., et al., Environmental Philosophy: From Animal Rights to Radical Ecology, Englewood Cliffs, Prentice Hall 1993.
ZUCKERMAN,B.-JEFFERSON,D., (a cura) Human Population and the environmental Crisis, Boston, Jones and Bartlett 1996.
C. Poli, P. Timmerman (a cura di), L'etica nelle politiche ambientali, Gregoriana Lib. Ed., Padova, 1991, pp. 390.
C. Poli (a cura di), Etica ambientale: Teoria e pratica, Guerini & Associati, Milano, 1994, pp. 371.
A. Bruzzo, C. Poli (a cura di), Economia e politiche ambientali, Franco Angeli, Milano, 1996, pp. 404.
V. Domenichelli, N. Olivetti Rason, C. Poli (a cura di), Diritto pubblico dell'ambiente. Diritto, etica, politica, Cedam, Padova, 1996, pp. 372.
O. Ravera, La questione ambientale alle porte del terzo millennio, Gregoriana Lib. Ed., Padova, 1998, pp. 184.
M. Mascia, R. Pegoraro (a cura di), Il cammino del movimento ecumenico per la salvaguardia del creato, Gregoriana Lib. Ed., Padova, 1998, pp. 262.
L. Mariani, M. Mascia, M. Vagacova (a cura di), New Europe: Transformation and Environmental Issues, Lit Verlag, Münster, 1998, pp. 412.
L. Biagi (a cura di), L'argomentazione nell'etica ambientale, Gregoriana Lib. Ed., Padova 2001, pp. 240.
L. Dalla Libera, M. De Marchi (a cura di), La valutazione ambientale strategica. Per una nuova governance del territorio, Gregoriana Lib. Ed., Padova 2004, pp. 195.
AA.VV. (Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro e Servizio Nazionale per il progetto culturale, CEI), Per il futuro della nostra terra. Prendersi cura della creazione, Gregoriana Lib. Ed., Padova 2005, pp. 166.
G. Pellegrini, Biotecnologie e cittadinanza. Processi di sviluppo della cittadinanza e innovazione tecno-scoentifica, Gregoriana Lib. Ed., Padova 2005, pp. 361.

 

horizontal rule

 

Contatti: postmaster@istitutobioetica.org

 

 

Istituto Italiano di Bioetica

bottom corner Copyright © 2002 Istituto Italiano di Bioetica - Campania