logo top bubbles horzontal nav
logo bottom
Home
Chi siamo
Pubblicazioni dell'IIB
Bioetica generale
Bioetica della salute
Bioetica ambientale
Bioetica animale
Bioetica sociale
Biogiuridica e biopolitica
Bioetica e MNC
Bioetica e scuole
Forum
Attivita Istituto Bioetica
Documenti
Link
nav bottom


 
dot

La Torre Etica impresa

 

Maria Antonietta La Torre
Questioni di etica d'impresa. Oltre l'homo oeconomicus
Giuffrè 2009

 

Quale effetto dell’affermarsi di movimenti di opinione e di pressione contro le distorsioni determinate dalle esasperazioni del modello economico liberista, si discute oggi di “mercato etico”, non solo per motivazioni di “alto profilo” riservate ai capitalisti-filantropi, ma anche per la riconosciuta rilevanza dell’“immagine morale” dell’impresa nella competizione economica. Emerge la necessità di un’etica degli affari che completi il percorso di maturazione del capitalismo, il quale deve affiancare ai criteri dell’efficienza norme di autoregolazione, poiché l’impresa è un’istituzione sociale, nel senso che essa è inserita in un contesto relazionale non riducibile agli scambi, ma strettamente legato ai bisogni degli individui. Se ovunque vi sia un’opportunità di scelta in merito a condotte che hanno conseguenze su altri individui sorge una responsabilità, questa non può essere ignorata dalle imprese più di quanto non possa fare il singolo individuo, il quale, in società democratiche, condivide la responsabilità comune per il benessere sociale. Di conseguenza, si richiede un ripensamento della concezione dell’impresa e si va affermando la convinzione che per essa sia possibile individuare delle obbligazioni di ordine morale le quali, se non precedono, quanto meno affiancano, con pari dignità, le valutazioni relative al profitto. Naturalmente il primo obiettivo dell’impresa resta il successo economico, tuttavia esso non è incompatibile, e dimostrare ciò è uno degli obiettivi dell’etica d’impresa, con altre responsabilità.

 

INDICE

Introduzione
Capitolo I - Perché un’etica per l’impresa
1. Dalla filantropia alla responsabilità sociale
2. Dalla responsabilità sociale all’etica
2.1 L’etica oltre la legge
2.2 La sostenibilità: l’etica “paga”?
3. L’interrogativo morale
3.1 Il postulato della razionalità e l’intenzionalità dell’agire
3.2 L’etica d’impresa come etica applicata
3.3 Come devo vivere?
3.4 La motivazione e il pregiudizio dell’assenza di “utilità”
3.5 L’attribuzione della responsabilità
3.5.1 L’etica manageriale
3.6 Il “mercato morale” e la moralità del capitalismo
 
Capitolo II - La riflessione etica sull’attività imprenditoriale
1. La business ethics: pragmaticità, relativismo, pluralismo dei valori
2. Etiche deontologiche
2.1 Il modello kantiano
2.2 Il modello contrattualista
3. Etiche teleologiche
3.1 Il modello utilitarista
3.2 Il modello aristotelico e l’etica della virtù
4. La teoria degli stakeholder
 
Capitolo III – Strumenti
1. Applicazioni dell’etica alle realtà imprenditoriali
2. Il conflitto etico
3. Misurare l’etica
4. Codificare l’etica
5. Insegnare l’etica
6. Le nuove sfide per il mondo economico
6.1 La business bioethics
6.2 La governance delle multinazionali
7. Conclusione
 
Bibliografia
A. Etica e impresa
B. Etica
C. Responsabilità sociale dell’impresa
D. Filosofia
E. Altro

 

horizontal rule

 

Contatti: postmaster@istitutobioetica.org

 

 

 

Istituto Italiano di Bioetica

 

 

bottom corner Copyright © 2002 Istituto Italiano di Bioetica - Campania